Tossicodipendenza

Tossicodipendenza

Tossicodipendenza

La tossicodipendenza si è diffusa notevolmente, arrivando anche a colpire ragazzi di un età inferiore alla media rispetto ai primi anni 60, dimostrando così statisticamente un aumento esponenziale di persone che fanno uso di droghe in tutto il mondo.

Cosa è la tossicodipendenza?

Molto spesso le famiglie si chiedono: “come mai mio figlio si droga?”, oppure le persone stesse che usano droghe si pongono sempre la domanda: “Come mai faccio uso di droghe?”
Le domande che ci si pongono sono tante: “Ci si può fidare di una persona che fa uso di droghe?”, “Un giorno smetterà?”, purtroppo è veramente difficile dare una risposta a queste domande.
In realtà la tossicodipendenza è difficile da sconfiggere da soli, perchè l’inizio di un uso di droghe può sembrare che venga fatto a scopo ricreativo, ma in realtà è solo che risolvere un disagio in partenza e la droga realmente ti fa sentire “bene” in quel momento.
Quando si usano le sostanze, col passare del tempo si sviluppa la tolleranza, creando così un esigenza maggiore di droghe, creando così un abitudine al corpo che a sua volta sviluppa “Assuefazione”.
Più si sviluppa la tolleranza e più diminuiscono gli effetti euforici dei primi tempi, richiedendo così al tossicodipendente una quantità maggiore della stessa droga.

Disagi fisici e mentali
Quando iniziano a svanire gli effetti euforici della droga con il tempo, possono manifestarsi stati e sensazioni di “quasi depressione” e forti sbalzi di umore, innescati anche da una carenza vitaminica e alimentare, dovuta purtroppo alla corrosione delle tossine all’interno dell’organismo.
Lo stato fisico della persona purtroppo deteriora nel tossicodipendente col passare del tempo, creando così degli scompensi emotivi e che fanno tendere il tossicodipendente alla non accettazione di se stesso, provando così forte sensazioni di sconforto che lo inducono ad abusare ulteriormente di droghe.

Quando si rischia l’overdose?

Quando il corpo ormai ha sviluppato una forte abitudine alle sostanze, e quindi ha sempre più bisogno di assumere quantità maggiori di sostanze che determinano cos’ maggiori danni fisici come: Danni al Cuore, fegato ingrossato, reni doloranti e in alcuni casi anche lo sviluppo del diabete. Queste manifestazioni a volte possono anche essere poco visibili, perchè comunque il tossicodipendente continuando a usare le droghe anestetizza il corpo, continuando così a creare ulteriori danni e rischiando così la famosa e crudele “Overdose”.

Quando l’assunzione di sostanze diventa un problema.

I tossicodipendenti quando assumono droghe credono di poter comunque condurre una vita normale, ma ciò non è possibile. Loro sono ignari del fatto che la droga crea una carenza alimentare e scompensi emotivi che lo inducono anche inconsapevolmente a sentire dei disagi quando non sono sotto l’effetto delle sostanze, portandoli così ad assumere nuovamente delle sostanze per tamponare ed eliminare tali disagi. Ecco perchè l’assunzione delle droghe diventa un problema, perchè ormai lo staccarsi dalle sostanze crea nel tossicodipendente dei disagi emotivi e fisici che lo stesso non vuole provare, e quindi come panacea di tutti i mali continua ad usare le droghe.