Metanfetamine

metanfetamineSono decine le nuove droghe oggi immesse sul mercato con nomi sempre diversi ma danni estremamente gravi.
La comunità di recupero tossicodipendenti Narconon Alfiere da più di 20 anni ospita e recupera persone con problemi di tossicodipendenza, nel corso di questi anni sempre più persone hanno manifestato sintomi di intossicazione dalle più svariate sostanze, speed , ice e altre metanfetamine come il crystal meth.

Metanfetamine

Quando si parla di ” Ice ” , ” Shaboo ” o “Crystal meth” ci si riferisce alla forma più pura della metanfetamina, ovvero cristalli solitamente limpidi di d-metanfetamina cloridrato. Spesso viene fumata o iniettata con effetti di gran lunga superiori alle altre vie di assunzione. L’effetto molto lungo è una della caratteristiche principali di questo tipo di sostanze. Con “Speed” ci si riferisce invece a metanfetamina sale o base in forma non cristallizzata e con una percentuale variabile di taglio, che viene sniffata o mangiata. Nell’inizio secolo l’abuso di metanfetamina , specie nelle aree rurali, è divenuto allarmante negli USA. La metanfetamina ha preso a circolare anche sul mercato di droghe italiano.

Danni

L’uso di speed può provocare parecchie reazioni a dir poco spiacevoli unite ad un stato di estrema instabilità e nervosismo. Le esperienze segnalate ci dicono sostanzialmente di battito cardiaco accellerato,insonnia, emicrania, inappetenza, tremori e se associato al consumo di alcolici aumento dell’aggressività, cambiamento continuo di umore e forti sintomi depressivi. Inoltre, essendo l’assuefazione molto rapida, il consumatore in un breve periodo di tempo si ritrova ad assumere dosi sempre più massicce di sostanza per ottenere gli stessi effetti iniziali con conseguenze molto pericolose quali aumento elevato della temperatura corporea (vengono segnalati casi di temperature fino a 41°) seguiti da forte disidratazione con rischio di morte.
Dosi elevate di anfetamine provocano inoltre paranoie, allucinazioni, arresti cardiaci, cerebrali, renali e gravissimi problemi epatici fino ad arrivare ad una completa ed irreversibile instabilità psichica. Da segnalare inoltre che una volta svanito l’effetto dello speed si tende ovviamente a desiderare di nuovo ed in modo incontrollabile la sostanza ( craving) e tutto questo porta ad avere una vita ossessionata dalle ansie e dalle paranoie. Si arriva a perdere peso, a non riuscire a mangiare e dormire regolarmente, appaiono sovente infiammazioni alla cute, forti dolori allo stomaco e lesioni a tutto l’apparato gastrointestinale.
Sono stati segnalati casi di emorragie celebrali, schizofrenie permanenti e improvvise paralisi.

//]]>