Ecstasy

ecstasiLa diffusione di ecstasy nel mercato illegale italiano miete vittime sempre più numerose.

Ecstasy:

Il principio attivo dell’ecstasy e’ la molecola dell’Mdma, una metossianfetamina con una struttura simile a quella della mescalina, lo psichedelico contenuto nei bottoni del peyote. La sostanza e’ conosciuta fin dal 1914 e pare venisse somministrata ai soldati per combattere la fame e il sonno. Dai tecnici e’ definita “entactogena” cioè caratterizzata da una potente azione di socializzazione. E’ venduta in pasticche colorate e il suo prezzo varia. LSD Ovvero dietilamine di acido lisergico, scoperto nel 1943 dallo scienziato Albert Hoffmann nei laboratori svizzeri della Sandoz. Il suo consumo e’ stato legato negli anni Sessanta alla cultura psichedelica. In Italia e’ diffuso Lsd 25, una versione depotenziata dell’originale LSD 49 “

Ecstasy : il danno

A intuire dove ci si trova, a conservare riflessi svegli e senso del tempo.

Le emozioni e le percezioni sono molto intense, ma anche contrastanti, mentre i riflessi sono alterati. Alcune situazioni ha evidenziato pericoli anche solo ad attraversare la “strada”.

L’LSD è un allucinogeno potente e non deve essere preso alla leggera. Le reazioni dell’acido cambiano a seconda dell’aspetto emotivo in cui una persona ci si trova emotivamente in quel momento.Si verificano reazioni del tipo: Stati di ansia acuta o forti stati di smarrimento. A volte l’uso di ecstasy o allucinogeni anche se usati solo una volta possono provocare dei danni permanenti.

//]]>